Connect with us
365tv puliti dentro biker fuori

MTB

CANNONDALE F-SI HI-MOD WORLD CUP: un missile terra-aria

Cannondale è un marchio storico nel mondo della MTB che si contraddistingue spesso per le sue scelte controcorrente e anticonformiste: vedere la forcella gambizzata Lefty e la garanzia a vita sui telai anche in tempi non sospetti.

Video presente nella puntata #15: link

Questa volta in test è capitata la F-SI WORLD CUP, modello top di gamma per quanto riguarda il settore Cross country nella derivazione front, visto che in questo settore troviamo anche la Scalpel, XC biammortizzata. In Coppa del Mondo il team ufficiale sta preferendo spesso la Scalpel ma la F-SI rimane sempre tra le bici più ambite sul mercato. Tutti la descrivono come un vero e proprio puledro difficile da domare. Vediamo se tutto questo corrisponde a verità.

cannondale f-si hi-mod world cup
Cannondale F-SI Hi-mod World Cup in test
9.999€

CARATTERISTICHE

La struttura del telaio è in carbonio di alta qualità: fibre di carbonio BallisTec Hi-Mod MR70 e YS60 ad alto modulo: la prima serve per la resistenza alla trazione, la seconda per la rigidità. Grazie alla miscela innovativa di fibre a moduli intermedi, elevati e ultra elevati, il telaio risulta estremamente leggero, resistente e reattivo: il peso dichiarato è di 900gr, in linea con i riferimenti cross country (Scale e S-Works).

Cannondale AI
OFFSET AI – La trasmissione offset Ai rende più aperto il triangolo posteriore, assicurando uno spazio per gli pneumatici ancora più ampio e mantenendo corti i foderi bassi per garantirti un’agilità eccezionale.

Il perno passante è stato migliorato e ora risulta più veloce nella sostituzione della ruota: il design a intaglio dei dropout consente al perno di stare nel mozzo rendendo quindi più veloce e facile la sostituzione delle ruote. Compatibile con mozzi standard a perno passante da 148×12. Per la ruota anteriore è sufficiente premere un tastino e svitare la vite per rimuovere la pinza. Viceversa, per il montaggio basta avvitare la vita e si sente un “click” a chiusura (fare ben attenzione ad aver premuto prima il pin di sicurezza che la blocca visto che se si forza la vite senza premerlo si rompe). La FS-i è predisposta per il montaggio della doppia e per quello del reggisella telescopico (occhio al diametro contenuto in 27.2cm) con passaggio interno del cavo. Il movimento centrale è un BB30 da 73mm.

micro-sospensioni save
MICRO-SOSPENSIONI SAVE – Le aree flessibili e il layout direzionale del carbonio consentono al triangolo posteriore e al tubo verticale di assorbire i colpi. Assicurano inoltre una migliore trazione e una maggiore velocità, e minimizzano la fatica sia da seduti sia in piedi sui pedali.

LEFTY OCHO

All’anteriore un’altra bella novità: la Lefty si rinnova e cambia struttura, non più a doppia piastra ma attacco e serie sterzo tradizionale. La nuova Lefty Ocho non scivola sulle boccole come tutte le altre forcelle, ma scorre uniformemente su tre set connessi di cuscinetti ad aghi, evitando così che lo stelo interno ruoti all’interno dello stelo esterno. Tutto ciò comporta un aumento della rigidità e della precisione, oltre a migliorarne la scorrevolezza. Altro aspetto positivo è che finalmente si può cambiare attacco manubrio senza dover ricorrere ad attacchi manubrio proprietari o compatibili.

app cannondale
APP CON SENSORE INTEGRATO – Tramite l’app gratuita di Cannondale, il sensore ruota integrato acquisisce informazioni estremamente accurate sulla velocità, sul tragitto e sulla distanza percorsa. Consente inoltre di registrare la bici, ti ricorda di effettuare la manutenzione e ti offre molti altri servizi.

La Lefty Ocho prevede una regolazione della compressione alle basse velocità (6 click), il classico ritorno (23 click) e comando remoto a manubrio con 2 posizioni (aperto e chiuso). Per la manutenzione consigliamo la APP “Vuforia view”, grazie alla quale è possibile consultare il manuale, visualizzare il setup consigliato e tante altre funzioni utili semplicemente “scannerizzando” il codice impresso sulla piastra della Lefty: avvicinando il telefono alla forcella si possono vedere i suoi meccanismi mostrandone i dettagli. Il range di regolazioni è pensato per riders con un peso compreso fra i 45 e 105 kg, mentre per aumentare la progressività è possibile inserire fino a 4 spacer (stile token) nella camera positiva.

VERSIONI E COMPONENTI

Troviamo 7 modelli: F-Si Hi-MOD World Cup (in test) a €9,999, F-Si Hi-MOD 1 a €6,999, Carbon 2 a €5,299, Carbon 3 a €3,499, Carbon Women’s 2 a €2,799, Carbon 4 a €2,799 e Carbon 5 a €1,999. l telaio della F-Si Carbon 1 e WC sono in carbonio Ballistec Hi-Mod con un peso di 900 grammi dichiarati in taglia M mentre i modelli 2,3,4 e 5 sono in Ballistec “normale”.

GEOMETRIA

La geometria è molto moderna se riferita ai canoni XC: lo sterzo rimane più rilassato di altri modelli (69°) con un rake da 55mm, molto abbondante che va incontro allo sterzo aperto per rendere maneggevole la F-SI. Il top tube è stato allungato di un centimetro dalla scorsa versione ed il carro posteriore ora è estremamente compatto (427mm) in modo da tenere sotto controllo l’interasse, che misura 1134mm.

L’angolo piantone è di 73,1°. Cannondale utilizza un attacco manubrio abbastanza corto (70mm) ed una piega abbastanza larga (76cm) che, come vedremo più avanti nel test, sono fondamentali per guidare bene la F-SI.

kom cruise f-si
Tempo 5’32” – link traccia strava: https://www.strava.com/activities/3475963969

IL RESPONSO DEL TEST

La prima sensazione salito in sella alla F-SI è di una bici stabile e ben piantata a terra: la seduta in sella è centrale e il manubrio largo mi fa sentire a mio agio. Però il davanti sembra non esserci: ha una rezione nel girare pari a 0ms (probabilmente derivato dal rake maggiorato di 55mm) e una sensazione di leggerezza che all’inizio mette timore. L’angolo sterzo da 69°, e la presenza di una forcella monostelo (o gambizzata) all’anteriore, induce a una guida aggressiva, ma nelle prime fasi del test vado sul chi va la. In salita e nei tratti di percorrenza, ci si sente molti centrati sulla bici, complici i valori abbondanti di reach e tubo orizzontale: la bici nei tratti ripidi non si impenna, si guida facilmente e si rivela molto stabile. Le micro-sospensioni SAVE, cioè le aree flessibili e il layout direzionale del carbonio, consentono al triangolo posteriore e al tubo verticale di assorbire i colpi anche se non possono fare miracoli trattandosi di una Front: se arrivano colpi diretti ci vuole una full (esempio Scalpel) per sentire dei reali benefici però si tratta comunque di accortezze che la fanno spiccare tra i telai Front; compreso il reggisella da 27,2cm, usato in questa misura per essere più flessibile rispetto a misure più larghe.

gopro cannondale
Foto dal video test: onboard gopro con Davide.

Solo parole di elogio per la Lefty che dimostra di essere una forcella veramente performante in ambito Cross Country: una lama che va proprio nel punto preciso dove vogliamo mettere la ruota. La sensibilità è superiore a molte sue concorrenti XC e sembra di girare con una forcella all-mountain da 130mm per quanto è sensibile. Una volta usata e imparata a capirla, difficile abbandonarla: è una forcella dove si percepisce una idraulica più raffinata rispetto a molte rivali, compresa la regolazione delle basse velocità e, per chi è sensibile nella guida, apprezzerà molto. Il manubrio largo e l’attacco manubrio corto portano le giuste caratteristiche per poter apprezzare la F-SI nel suo complesso: guai a provare ad accorciare a dismisura il manubrio o allungare l’attacco senza averla prima provata per bene. La reattività del davanti dovuto al rake maggiorato impone un manubrio abbastanza largo altrimenti il davanti si trasformerebbe in un ON/OFF nel girare. Veramente sconvolgenti le sensazioni in sella con un mix di ottima stabilità (nel complesso) e maneggevolezza (all’anteriore) grazie a geometrie e soluzioni tecniche innovative: la bici risulta stabile, specialmente nelle curve in percorrenza, ma agile poi allo stesso tempo. E’ una bici molto tecnica che richiede padronanza del mezzo visto che in sella bisogna avere una posizione ben centrata senza lasciare il davanti troppo leggero: il principiante o il biker poco tecnico non si troverà a proprio agio mentre il rider esperto riuscirà a tirarne fuori tutti i connotati.

Luca Sponda e Davide Finetto
Foto dal video test: Luca Sponda e Davide Finetto.

Piccolo neo il comando remoto fin troppo sensibile nel suo funzionamento: non è raro aver azionato la leva inavvertitamente e, quando lo si aziona, si blocca la forcella (invece di sbloccarla). Ruote in carbonio ENVE approvate: su una bici del genere troppa rigidità fa male ma le ENVE M525 sono risultate eccellenti e rigide al punto giusto, mantenendo le performance al massimo senza portare le caratteristiche della F-SI all’estremo. Niente da dire sul cambio SRAM AXS (wireless): impeccabile e preciso, come pure i freni SRAM LEVEL Ultimate, anche se un disco più grande all’anteriore potrebbe essere un miglioramento (da 160mm a 180mm).

XC MARATHON TRAIL ALL-MOUNTAIN ENDURO FREERIDE DOWNHILL
XXXXX XXXX
Geometria
Taglie S, M, L (test), XL
Angolo sterzo 69°
Tubo verticale 480mm
Tubo di sterzo 113mm
Carro posteriore 427mm
Interasse 1134mm
Altezza movimento centrale 308mm
Reach 440mm
Stack 623mm
Segni particolari LEFTY OCHO Estremamente fluida. La Ocho non scivola sulle boccole come tutte le altre forcelle, ma scorre uniformemente su tre set connessi di cuscinetti ad aghi, evitando così che lo stelo interno ruoti all’interno dello stelo esterno. Nessuna frizione, nessun attrito.
€ 9.999 Euro
Prezzo telaio + ammo | n.d.
Distributore Italia: www.cannondale.it
Peso (senza pedali) 8,9kg
Forcella LEFTY Ocho Carbon, 29″, 100mm, Chamber Damper with cable lockout, OppO Spring System, tapered steerer, 55mm offset
Ammortizzatore n.d.
Ruote ENVE M525 Carbon, 24h, tubeless ready
Gomme (F) Schwalbe Racing Ray 27.5/29 x 2.25″, Snake Skin, Addix Speedgrip Compound, tubeless ready
(R) Schwalbe Racing Ralph 27.5/29 x 2.25″, Snake Skin, Addix Speed Compound, tubeless ready
Guarnitura SRAM XX1 Eagle DUB, 34T, Ai offset
Cambio posteriore SRAM XX1 Eagle AXS
Comandi SRAM Eagle AXS, 12-speed
Freni SRAM Level Ultimate hydro disc
Pacco pignoni SRAM XG-1299, 10-50, 12-speed
Serie Sterzo Integrated, 1-1/8 to 1.5″, sealed angular contact bearings (Integrated steer stop size small only)
Catena SRAM XX1 Eagle, 12-speed
Attacco CANNONDALE 1, 7075 Alloy, 1-1/8″, 31.8, 7°
Manubrio ENVE M5, Carbon, 760mm, 31.8mm, 5mm rise, 9° sweep
Reggisella ENVE Carbon, 27.2 x 400mm, 0mm offset
Sella PROLOGO Zero II, Tirox rails
Colore Nera (test)

VERDETTO FINALE

Bici per l’agonista incarognito

Se il vostro unico pensiero, quando vi alzate al mattino, è di non perdere troppi watt e non ingerire troppi grassi a colazione, la F-SI World Cup è la bici che fa per voi: una vera e propria Supercar del mondo Mountain Bike con caratteristiche uniche di rigidità, peso e velocità. Le performance della nuova Lefty Ocho chiudono il cerchio in quanto a sensibilità e leggerezza. Attenzione però: non adatta a chi cerca compromessi e ai principianti.

+
• Standard proprietari che portano tante innovazioni uniche.
• Forcella Lefty Ocho nel suo complesso.
• Mix di stabilità e maneggevolezza (all’anteriore) uniche grazie a geometrie e soluzioni tecniche innovative.
• Standard proprietari che alzano i costi per upgrade/manutenzione (Lefty, ruote Asimmetriche AI, corona guarnitura e ruota compatibile Lefty).
• Comando remoto troppo sensibile.
voti cannondale f-si world cup
Voti assoluti test 365tv

e-bike vs muscolare e-bike vs muscolare

Bici elettrica e “muscolare” a confronto

News

limar limar

Limar: pedala in sicurezza, fatti vedere

News

bryton 750 bryton 750

Rider 750: nuovo GPS by BRYTON

News

Gamma e-bike Ducati Powered By Thok 2021

News

Advertisement Bike Center Elba
Connect