Connect with us

Miscellenea

Le cose da non dire a un biker

Ecco 7 nostri motivi (più uno extra) che non dovresti dire a un biker purosangue.

Video presente nella puntata #44: https://365mountainbike.com/puliti-dentro-biker-fuori/44-puntata-puliti-dentro-biker-fuori

COSA DA NON DIRE AD UN BIKER PUROSANGUE

1. HaI LA GOMMA SGONFIA?

Giro classico in compagnia tra rider: tutto gasato il biker purosangue tira giù la mountain bike e, a un certo punto, l’amico salta fuori con un: ”ma hai la gomma sgonfia?”. Mai dire tale frase.

Ed ecco che partono teorie complottistiche, lattice secco, il difendersi attaccando l’amico e facendogli notare che la sua gomma sembra più sgonfia (bleffando come un giocatore di Texas Hold’Em). A un certo punto la paura arriva nel biker: “e se sia davvero foratura visto che la bici è ferma in garage da un mese?” E qui parte il panico, fuori la pompetta e via di gonfiaggio. Peccato che poi l’amico rincara la dose con: “ma non è troppo gonfia? Oggi giriamo su terreni rocciosi!” il tutto, naturalmente, condito da teorie sulla pressione ideale, lo stato del sentiero etc. Risultato: un’ora per partire e amico, dal discutibile accento anglosassone,     eliminato dalla rubrica.

2. CERETTA

Mai menzionare la ceretta invano a un biker purosangue.

3. SEI INGRASSATO?

Presentarsi dopo la lunga pausa invernale e sentirsi dire dall’amico: “ma sei ingrassato?” è il peggior biglietto da visita agli occhi di un biker cross countrista, peggio delle macchie di lattice nei pantaloni FOX nuovi. Il biker cross countrista a quel punto snocciolerà dati su energia, cibi proteici a base di soia, diete a zona (cioè diete in base al luogo dove si trova), watt in linea con i professionisti (peccato che loro li erogano dopo 6 ore di corsa) e molto altro.

L’amico, annoiato, ascolta molto distratto anche se, con la coda dell’occhio, nota un preoccupante rigonfiamento a livello dell’addome del biker cross countrista, prontamente risolto.

4. FACCIAMO UNA SESSIONE SUI RULLI?

Situazione spiacevole dove il biker purosangue chiede consigli al vecchio amico stradista, che non vedeva dalla scuola media, su come rimanere in forma durante il rigido inverno. L’amico stradista, con lo stile di chi va forte la terza settimana, comincerà a snocciolare teoria di allenamento futuristiche, parlando di allenamenti cardio ad alta intensità e chiudendo con: “Facciamo una sessione sui rulli? Comincia che ti raggiungo.”

Il biker, ingenuo nel suo piano di allenamenti abituale composto da saltelli sul posto e sguardi severi al boccale di birra, si cimenta nel magico mondo dei rulli. Dopo ben 2200m percorsi, di cui 1100m     di riscaldamento, scende dal mezzo e opta per una uscita nel fango.

5. MI PORTI SUL TUO TRAIL?

a frase che precede la morte mentale di un neofita: mai dire a un biker local in bomba, specie se amico, di andare sul suo trail preferito. Il Biker Local non dirà mai di no, e sminuirà anche tale discesa, con frasi del tipo: “si è un trail semplicino, lo uso giusto per scaldarmi”. Naturalmente il sentiero è degno di una gara di Coppa del Mondo e il Local col cazzo che aspetta il neofita, con un anticipo alla prima curva che neanche Richie Rude. Se a fine sentiero arriva il ricongiungimento, lo si ha solo perché il Biker local, impietosito, si fermerà prima di un drop finale con frasi del tipo: “ma fallo, è basso, niente di difficile”, non pensando che il salto più alto fatto dal neofita è stato il giorno della prima comunione uscendo dal marciapiede dell’oratorio.

6. QUANTO PESA LA TUA BICI?

È una bella giornata, finalmente sole dopo tante giornate piovose, ed ecco che il biker purosangue incontra il suo caro amico. Disquisiscono sulla bici nuova, tanti complimenti ma alla fine l’amico se ne esce con un: “ma quanto pesa la bici?” Mai fare questa domanda a un biker, il quale si troverà sempre con un peso superiore al dichiarato nonostante i 12000€ spesi. Peggio ancora se si rincara la dose con un: “ma è pesante”. Ecco che allora il biker purosangue potrebbe rispondere prontamente: “anche tua sorella è pesante”, dimenticando che la sorella soffre di obesità e mettendo così fine a una amicizia durata anni.

7. MA LA TUA BICI NON FA RUMORE?

Si sa che le MTB smettono di essere silenziose nel momento in cui escono dalla porta del punto vendita dove è stata acquistata. L’affrontare però un biker purosangue con un: “la tua bici fa rumore” può farlo arrabbiare e potrebbe rispondere con un: ”tua sorella fa rumore”, dimenticando che la sorella soffre di flatulenze improvvise.

EXTRA. LA SALITA FINISCE TRA POCO

Ti diamo un trucco extra che riguarda il mondo su strada: mai dire ad uno stradista che la salita finisce tra poco, sempre che non sia vero il fatto che finisca dopo poche centinaia di metri. Meglio la sempreverde: “in cima c’è pieno di f**a”

Con questo spero di averti insegnato dei trucchetti per tenerti amico un biker purosangue, razza sempre più rara nel panorama del ciclismo mondiale.

Avatar
Written By

info@365mountainbike.com

#67 APPENNINICA MTB STAGE RACE 2021: esperienza indimenticabile

PULITI dentro BIKER fuori

15 Ottobre riparte ‘PULITI dentro BIKER fuori’

News

Martino Lani nella Bike Area Piana di Vigezzo

Miscellenea

JOLANDA NEFF oro olimpico. Screzi con PAULINE FERRAND PREVOT

A Ruote Ferme

Advertisement Bike Center Elba
Connect
info@365mountainbike.com