Connect with us
365tv puliti dentro biker fuori

365people

2 parole con William Basilico, responsabile della EWS in val di Fassa

Richie Rude

Manca poco all’inizio della stagione agonistica internazionale per qual che riguarda l’enduro, con le prime due tappe dell’ews che si svolgeranno in val di Fassa, in quella che ormai si può definire una classica della disciplina. Una gara che nel passato è già stata premiata come la migliore del circuito e che per questo 2021 ha deciso di raddoppiare. Abbiamo voluto raggiungere Basilico, per avere alcuni ragguagli sulle condizione dei trail vista la presenza di molta neve in quota e per sapere qualcosa di più sull’organizzazione di questo evento.

Ciao William, come stai?

Ciao Marco, sono mesi intensi, ma fortunatamente abbiamo raggiunto un ottimo grado di affiatamento e stiamo riuscendo a gestire al meglio ogni dettaglio di questa apertura

Come procedono i lavori? In quota la neve vi sta creando difficoltà?

Quest’anno la situazione climatica e della neve non ci sta aiutando, al momento abbiamo ancora più di un metro in alto e in alcuni punti ancora di più, il comitato nelle ultime settimane si è impegnato moltissimo e le speciali sono quasi pronte! Non siamo riusciti a fare tutto quello che volevamo, ma comunque pensiamo siano all’altezza dell’evento.

Avete qualche novità in serbo per i rider?

Nonostante tutto qualche novità interessante per i rider ci sarà, l’autunno scorso ci siamo portati avanti con alcuni lavori, che abbiamo terminato questa primavera, e su tutti i trail ci sarà qualcosa di nuovo.

Un evento di questa portata sarà certamente difficile da gestire nell’attuale situazione pandemica, come vi state attrezzando?

Al momento questa è la più grande preoccupazione, stiamo applicando tutti i protocolli uci e fci ma anche alcune restrizioni che tanti magari non capiranno o percepiranno estreme, ma dobbiamo pensare che purtroppo la pandemia non è finita! E bisogna far di tutto per cercare di evitare che si ritorni indietro di mesi. Verranno create delle bolle per qualsiasi aspetto legati all’evento, ovviamente non è possibile pensare di controllare tutto ma speriamo è confondiamo nella comprensione e nell’aiuto da parte di tutti i partecipanti all’evento per portarlo a casa nei migliori dei modi!

Gestire due eventi in così pochi giorni è un’impresa estrema, come vi siete organizzati?

Ovviamente gestire 2 eventi in 5 giorni, che poi in realtà saranno 3 perché la seconda tappa verrà splittata in 2 giorni per permettere anche agli amatori di gareggiare in ews 80 e 100, non sarà semplice, ma le sfide ci sono sempre piaciute. Il comitato da qualche anno si è strutturato con ruoli ben precisi e con compiti che ognuno porta avanti in modo molto professionale. Il problema maggiore quest’anno sono stati i tempi per organizzare, perché con la situazione sanitaria, fino all’ultimo non si sa come possano cambiare le cose! Personalmente ti posso dire che è stato davvero duro ripartire dopo mesi di inattività e dopo un inverno che ci messo in ginocchio, però sono anche convinto che sia un bel modo per rilanciare la stagione turistica

Due gare dovrebbero prevedere anche due percorsi differenti, puoi darci qualche ragguaglio?

Per quanto riguarda il percorso non posso svelare niente ma qualche differenza ci potrà essere!

Grazie mille, ci vediamo presto

Trek svela la Roscoe: hardtail aggressiva

News

Bernand Kerr vince la Red Bull Hard Line

News

Giacomo Fantoni, dopo Tokyo 2020, allenerà i giovani

News

JOLANDA NEFF oro olimpico. Screzi con PAULINE FERRAND PREVOT

A Ruote Ferme

Advertisement Bike Center Elba
Connect
info@365mountainbike.com