Connect with us
365tv puliti dentro biker fuori

News

Qualifiche DH e 4X in Val Di Sole

Fonte: comunicato stampa

Val di Sole 2015, partiti con le qualifiche dei mondiali UCI 4X

Il circus della Val di Sole ha finalmente preso il via con le qualifiche del Campionato Mondiale Four Cross, Hannes Slavik è primo.

Al comando delle qualifiche 4X l’austriaco Hannes Slavik, in seconda posizione Aiko Gohler dalla Germania e in terza l’australiano Nielsen Blake. Una nota di colore, in questo caso azzurra, per l’italiano lombardo Giovanni Pozzoni che con un’ottima run si piazza al quarto posto.

Le qualifiche del Four Cross sono costituite da una run cronometrata di un solo rider anziché la consueta partenza a quattro piloti da cui il 4X prende il nome. I piazzamenti di questa sera danno un’idea della velocità dei piloti e determinano la griglia di partenza della gara di domani. La finale si svolgerà domani sera alle 20.45 e sarà sicuramente un’iniezione di adrenalina per l’abbondanza di contatti e sorpassi tra i rider, non mancheranno i colpi di scena.

Le prove cronometrate della downhill sono un’indicazione per i concorrenti che oggi hanno voluto testare l’intera pista in condizioni tra l’asciutto e l’umido, a causa delle piogge di ieri. Il fondo è in continua evoluzione, le parti nuove del tracciato infatti si stanno modificando e assestando al passaggio dei riders e la pioggia, a momenti alterni, continua a inumidire la Black Snake.

La cosa singolare è che i primi tre atleti siano separati di pochi decimi, e questo fa capire quanto la lotta sia già serrata ancor prima delle qualifiche. Gee Atherton stacca il primo tempo, 3:46.279, Aaron Gwin 3:46.791 e Troy Brosnan 3:46.932. Nelle donne Rachel Atherton scende col tempo migliore, 4:39.302, seguita a pochissimo da Manon Carpenter con 4:40.606. Terza l’italiana Eleonora Farina con 5:16.333.

Per rendersi conto della fisicità e tecnicità della pista Black Snake ecco il video dello svizzero Claudio Caluori, manager del Team Gstaad-Scott, che come di consueto presenta i tracciati della World Cup, questa volta inseguendo il forte rider australiano Connor Fearon, 13° nel ranking di coppa. Preparatevi a urli di esaltazione mista a terrore e anche un “porca miseria!” in perfetto italiano che Claudio si lascia volutamente scappare.

Advertisement Bike Center Elba
Connect