Connect with us
365tv puliti dentro biker fuori

News

Italia protagonista al Crankworx Rotorua con Torquato Testa

Fonte: comunicato stampa/Giulia de Maio

Il Crankworx Slopestyle World Tour 2017 si è aperto all’insegna di stelle e strisce grazie alla vittoria dell’americano Nicholi Rogatkin, ma ha fatto sorridere di gusto anche gli italiani con il secondo posto di Torquato Testa.
La stagione slopestyle è iniziata in grande stile a Rotorua, in Nuova Zelanda, e su www.redbull.tv che ha trasmesso in diretta la prima tappa del più noto gravity mountainbike festival. Il tracciato caratterizzato da nove salti enormi e riconosciuto dalla maggior parte dei rider slopestyle come il migliore nel suo genere, non ha deluso le attese. Le gare sullo Skyline Rotorua Gravity Park, anticipate a sabato primo aprile a causa delle pessime previsioni meteo per il giorno successivo, hanno regalato uno spettacolo adrenalinico e hanno dato visibilità a nuovi talenti in ambito internazionale.

Fuori dai giochi Brett Rheeder, che sta recuperando da un intervento chirurgico al ginocchio, e Thomas Genon a causa di un infortunio, ha ottenuto il punteggio più alto (95.66) il 21enne Nicholi Rogatkini, tra i favoriti della vigilia, che ha azzardato con una tailwhip tripla, frontflip e twister portando a termine una run impressionante. Sul podio con lui sono saliti il 23enne di Monza “Toto” Testa, 93 punti ottenuti grazie a un backflip no-footed e un tailwhip mozzafiato, e il 17enne svedese Emil Johansson, alle sue spalle di un solo punto grazie a un double downside tailwhip 360 e un backflip tailwhip dall’atterraggio pulito.
Il vincitore della scorsa edizione, il 26enne canadese Brandon Semenuk, non è riuscito ad andare oltre i 62.33 dopo aver perso la bici in aria mentre, sull’ultimo salto, tentava un doppio backflip tailwhip. Da segnalare l’ottima prova della leggenda della BMX Ryan Nyquist, che a 38 anni si è ben difeso nel confronto con i giovani talenti che si sono presi la ribalta della scena.

«Non avete idea della motivazione che avevo correndo per McGazza ( il freerider Kelly McGarry, che ha perso la vita un anno fa mentre era in allenamento a Queenstown, ndr). La gara si è sviluppata come in un sogno. Sentire la folla incitarmi è stato incredibile e mi ha motivato a dare il massimo, sono al settimo cielo in questo momento. Vincere la Crankworx Triple Crown sarà tutt’altro che semplice, ma ci proverò» ha commentato a caldo il vincitore.
L’appuntamento con il Crankworx Slopestyle World Tour è al 18 giugno con la seconda tappa a Les Gets (Francia), ma su Red Bull TV lo show delle due ruote non si ferma. L’UCI Mountain Bike World Cup prenderà il via a Lourdes il 29-30 aprile, lo spettacolo con i migliori atleti della DH mondiale è assicurato.

Rivedi le fasi salienti del Crankworx Rotorua su Red Bull TV.

Advertisement Bike Center Elba
Connect
info@365mountainbike.com