Connect with us
365tv puliti dentro biker fuori

News

Day 2 Val di Fassa EWS a Jack Moir e Melanie Pugin

La Val di Fassa Trentino si conferma come una delle più apprezzate mete per la pratica dell’enduro a livello internazionale.

Fonte: comunicato stampa

Oggi si è concluso con successo in Val di Fassa il secondo round di stagione del circuito mondiale di enduro in mountain bike.

Lo spettacolare arrivo in paese di Canazei dell’ultima e tiratissima prova speciale è stato l’apice dello spettacolo con i rider che sfrecciavano tra le vie del paese fino alla piazza centrale dove era allestita la zona di partenza e arrivo, dando fondo alle ultime energie rimaste.

La MET EWS Val di Fassa Trentino, il doppio appuntamento di esordio della Enduro World Series 2021, è stato un evento che ha riportato in Val di Fassa una competizione di altissimo livello con circa 1.000 atleti iscritti provenienti da 27 nazioni di tutto il mondo.

Per l’intera settimana la località trentina è stata nuovamente sotto i riflettori e sulle prime pagine di tutte le principali testate di settore.

“Dopo la pausa forzata nel 2019 a causa della pandemia ospitare nuovamente un evento di questa portata rilancia nel modo migliore la località e l’intera Val di Fassa. Il feedback sui nostri sentieri per la mountain bike e le montagne delle Dolomiti rimane entusiasmante e questo è il messaggio più importante che viene veicolato in Italia e all’estero” dichiara Nicolò Weiss responsabile APT del prodotto Bike.

Nella gara di oggi, dopo 4 prove speciali 41km e 3.148m di dislivello, il più veloce è stato l’australiano Jack Moir (Canyon Collective) con il tempo di 28:22.20, seguito dall’americano Richie Rude (Yeti/Fox Factory Team) secondo a 15 secondi di distacco. Terzo chiude l’australiano Charles Murray (Specialized Racing) anche lui vicinissimo al connazionale in testa, 38 secondi il distacco.

Nella categoria femminile vince la francese Melanie Pugin con il tempo di 33:30.62, seguita dalla connazionale Morganne Charre (Pivot Factory Racing) seconda a 35 secondi. Terza chiude la britannica Harriet Harnden (Trek Factory Racing) a 46 secondi dalla leader di giornata.

Ottimo risultato per l’Italia che vince la categoria Under 21 femminile con la valdostana Sophie Riva in sella alla Ancillotti.

“Mi sembra di sognare. Oggi mi è scattato qualcosa in testa, ero decisa e convinta e nonostante gli errori ci ho creduto fino in fondo raggiungendo questo incredibile risultato” dichiara Sophie Riva al termine della gara.

Mirco Vendemmia (Fastlight – Abetone), tredicesimo in gara 1 lo scorso mercoledì, oggi conferma il suo incredibile stato di forma che lo posiziona tra i top rider della disciplina. Chiude in 18esima posizione assoluta, ma per capire il livello raggiunto da questo ragazzo basta considerare la quarta posizione assoluta in speciale 2, un risultato mai raggiunto nella top class da parte di un italiano.

“La cosa che più mi ha commosso è stato rivedere il pubblico e la felicità nelle persone. Ci tengo personalmente a ringraziare tutti i componenti del Comitato Organizzatore Fassa Bike. L’impegno negli ultimi mesi è stato incredibile e il risultato di oggi è certamente di squadra” dichiara William Basilico Direttore di gara e responsabile del Comitato Organizzatore Locale.

Si ringraziano tutti i partner dell’evento: Trentino, l’APT Val di Fassa, Met Helmets, Dainese, Northwave, Canazei Eventi e Cassa Rurale delle Dolomiti.

Il Circus della World Series si sposta adesso sempre in Italia ma dall’altra parte delle Alpi in Valle d’Aosta per il terzo e quarto round di stagione. L’appuntamento con l’enduro nelle Dolomiti è al 2022 quando il 25 e 26 giugno la Val di Fassa ospiterà nuovamente questo importantissimo evento mondiale.

RISULTATI COMPLETI

Trek svela la Roscoe: hardtail aggressiva

News

Bernand Kerr vince la Red Bull Hard Line

News

Giacomo Fantoni, dopo Tokyo 2020, allenerà i giovani

News

JOLANDA NEFF oro olimpico. Screzi con PAULINE FERRAND PREVOT

A Ruote Ferme

Advertisement Bike Center Elba
Connect
info@365mountainbike.com