Connect with us
365tv puliti dentro biker fuori

News

Alberto Deanesi, inventore della doppia camera, ha bisogno di noi!

alberto deanesi

Un po’ di tempo fa avevamo avuto un faccia a faccia con Alberto Deanesi, inventore della doppia valvola, un vero artista della bici con un garage pieno di invenzioni e idee. Alberto ha avuto un gravissimo incidente in bici la primavera scorsa tra le collina di Verona: una caduta secca e bum!…manca il respiro…gli amici che cercano di tenerlo sveglio…perdita dei sensi…breve risveglio in elicottero…nero, e il presentimento che potrebbe essere qualcosa di grave. Gli amici che lo hanno soccorso sono attoniti: la prima frase di Alberto, al suo ritrovamento disteso lungo il sentiero, è stato:”penso di essermi spezzato la schiena”.

DONAZIONE PER ALBERTO DEANESI

Ora papà Orfeo si trova a dover dirigere l’autofficina di famiglia senza il suo prezioso aiuto con Alberto che sta lottando con tutte le sue forze. Per chi conosce Alberto non c’è bisogno di descrizioni, è attorniato da tantissimi amici che cercano di aiutarlo ogni giorno, anche solo passando a trovarlo per un saluto. Per chi non lo conoscesse, Alberto è una persona dai sani valori, genuina e disponibile con tutte e non si tratta delle solite frasi fatte. Alberto ha già lottato in passato con un cancro e sembra che la vita lo voglia sempre mettere all’angolo, una continua lotta.

Il suo progetto DeanEASY è riuscito ad aggiudicarsi premi importanti quali il CosmoBike Tech Award e trovare sempre maggiore diffusione, con atleti di spicco che l’anno usato nelle loro vittorie. Ora, delle fratture vertebrali, lo stanno tenendo immobile a letto e possiamo dargli una grossa mano se ci uniamo.

Di seguito vi pubblichiamo l’ultima intervista fatta ad Alberto che risale ad un anno prima del tragico indicente. Vi lasciamo i contatti della pagina Alberto nel cuore dove potrete lasciare una piccola donazione (anche 5€ fanno la differenza) e diffondere la notizia. Un altro modo per aiutarlo può essere quello di acquistare degli accessori per ciclismo Deaneasy, la sua invenzione che piano piano sta diventando un must nell’ambiente. Facciamoci sentire!

DONAZIONE PER ALBERTO DEANESI



Fonte: 365mountainbike, Novembre_Dicembre 2014

Un animo genuino e tanta voglia di fare, i soldi non sono tutto e si vive di passioni, questo è lo spirito che anima Alberto Deanesi e chi lo conosce sa di cosa stiamo parlando. Non smette di dirci che nell’articolo devono comparire tutti quelli che lo hanno aiutato in questi anni. Alberto lavora insieme al padre Orfeo in un’autoofficina a pochi km dal centro di Verona ma tra le macchine molto spesso si intrufola qualche bici con qualche cliente che si presenta e chiede:”non è che mi cambi una camera d’aria?”

Alberto è un biker purosangue e nel corso degli anni molte sono state le innovazioni pensate e testate, alcune veramente innovative, altre meno ma sempre confinate al suo garage o dedicate alla mountain bike personale. Farsi bello o apparire non è nelle sue corde, altre persone con le sue idee sarebbero entrate subito in affari cercando il colpo grosso o si sarebbero pavoneggiate alle varie manifestazioni; lui no, ha sempre vissuto condividendo il tutto con degli amici veri senza cercare facili vetrine. Poi nel 2002 una doccia fredda. Gli viene diagnosticato un carcinoma (tumore) a soli 39 anni e da lì la sua vita cambia. La quotidianità della famiglia, l’officina meccanica del padre Orfeo, le uscite in Mountain Bike svaniscono e le priorità diventano altre. Il tutto da un giorno all’altro. Difficile solo pensarlo. Ma la voglia di vivere di Alberto e la grande volontà l’ha portato a lasciarsi tutto alle spalle. D’altronde parliamo di uno che ha portato a termine tutte le edizioni della Lessinia Legend lunga (corsa di MTB Marathon molto famosa negli anni 90 con chilometraggi superiori ai 100km) e della Vasaloppet, la più vecchia, più lunga e più grande gara di sci di fondo al mondo che si svolge in Svezia.

Passato il periodo difficile della malattia prende parte alla Bike X-Treme, gara che prevedeva un’ultima discesa cronometrata molto tecnica: è proprio in quell’occasione che nasce l’idea della doppia valvola… e siamo nel lontano 2006! Il tracciato era leggermente bagnato e sul pavè non si stava in piedi:”la soluzione era una”-riferisce Alberto- “cioè abbassare la pressione a 1.4/1.5 ma nessuno lo faceva per evidenti limiti tecnici e quindi questi limiti tecnici andavano eliminati. A quel punto aggiunge un foro al cerchio e inserisce un tubolare al suo interno (da strada), in modo che non faccia stallonare il copertone: “un po’ come ha Schwalbe adesso”, sorride Alberto. Con questo assetto correrà la Bike X-Treme del 2007 vincendola davanti a Enrico Dal Fitto e bissando l’anno successivo davanti a Martino Fruet (in grado comunque con la sua frontina di fronteggiare i discesisti! Un grande manico).

Molti a fine gara osserveranno la sua bici discutendo su cosa siano quelle valvole che spuntano… Nel 2008 avevo tra le mani un sistema che reputavo vincente e mi stupivo come nessun grosso marchio ci avesse mai pensato. Allora decido di brevettare il sistema e buttarmi nella mischia, dopo però aver eliminato l’ulteriore foro sul cerchio ed aver creato una valvola singola visto che con la doppia uscita avevo continui problemi di ostruzione (il tubolare andava a bloccare l’uscita dell’aria della valvola Tubeless) e le valvole del tubolare tendevano a strapparsi”. Alberto ha ideato anche un sistema applicabile alle bici da corsa, fondamentale per corse come la Parigi Roubaix, ma lì il mercato è ridotto e gli sforzi si sono spostati sulla MTB, anche se in un futuro prossimo non è detto che si ampli l’offerta. Deanesi continua: “Ora siamo finalmente pronti ad uscire sul mercato grazie anche alla collaborazione di Tufo che ci ha prodotto dei tubolari interni superleggeri (ndr, di un bel rosso) senza il battistrada che per noi è inutile. Con il nostro kit ora il peso aumenta di soli 120 grammi!”.

Vi rilasciamo i contatti della pagina Alberto nel cuore. Aiutamolo! Alberto ha bisogno di noi.

walter belli walter belli

Walter Belli e Alberto Deanesi hanno bisogno di aiuto

News

puntata 13 puliti dentro biker fuori puntata 13 puliti dentro biker fuori

#13 UN’ AUTOCERTIFICAZIONE che non si può rifiutare: con REVELLI e TREK BIKES

PULITI dentro BIKER fuori

tracks4sport tracks4sport

In produzione la app di TRACKS4SPORT

News

andrea bruno flyer andrea bruno flyer

Impressioni e video dallo Skills Event di Rocchetta Belbo

Race Day

Advertisement Bike Center Elba
Connect
info@365mountainbike.com