Connect with us
Dainese

News

BikeUp 2019 trasloca a Bergamo e mette in cantiere molte novità

BikeUp 2019, il festival ciclo internazionale dedicato alle eBike giunto ormai alla sua sesta edizione, cambia cornice passando dalla splendida Lecco all’altrettanto affascinante Bergamo e si terrà dal 29 al 31 marzo, mantenendo sostanzialmente invariata una formula che ha portato grande fortuna e successo agli organizzatori.
Se è vero che squadra che vince non si cambia, è anche vero che il mondo della mobilità sostenibile è in continuo fermento e mutamento e BikeUp 2019 terrà conto di queste evoluzioni con alcuni accorti inserimenti su un canovaccio ormai rodato alla perfezione.
Inserimenti che, come potrete vedere, mostrano per l’ennesima volta come gli organizzatori di BikeUp abbiano continuamente sotto controllo il polso della situazione e sappiano individuare di volta in volta gli elementi di spicco e le innovazioni da inserire nel programma.

Dopo cinque edizioni a Lecco, BikeUp si sposta nel 2019 nella splendida cornice bergamasca

BikeUp 2019: si riparte da un’annata trionfale

BikeUp 2019 sbarca a Bergamo forte di alcuni numeri di tutto rispetto, che sanciscono la sua posizione di grande rilievo all’interno delle fiere e festival ciclo italiani.
Il numero totale di visitatori durante le cinque edizioni passate si aggira intorno ai 120.000, con la quinta edizione che da sola ne sfoggia ben 30.000, per 59 brand fra gli espositori, 290 ebike esposte, ben 5350 bike test e 298 ebike tour.
Ed è andando a guardare più da vicino sia queste cifre che le precedenti edizioni che si capiscono i motivi del continuo successo di un festival che a questo punto possiamo anche definire come itinerante.
BikeUp è stato fra i primi eventi a credere fortemente in tutto il potenziale della bicicletta elettrica a pedalata assistita e ha imbastito un programma di massima in seguito adottato da molte altre manifestazioni.
Grande spazio agli espositori, certo, ma anche una particolare attenzione al momento della prova diretta, per permettere al visitatore, potenziale acquirente, di testare a fondo una o più pedelec prima di decidersi all’acquisto.
Su questa accoppiata ormai fondamentale, ovvero espositori + bike test, gli organizzatori hanno quindi inserito altri elementi anche loro ormai comuni in vari festival, quali per esempio l’area kids e le iniziative per i bambini, così come i momenti di esibizione e spettacolo e una maggiore attenzione verso il territorio.

Molti i modelli di ebike, e-trekking ed eMTB 2019 in attesa di essere testati a BikeUp 2019.
Quest’ultima, se non proprio esclusiva di BikeUp, è comunque una delle caratteristiche che più distingue questa manifestazione dalle altre, in quanto oltre a testare le bici, gli organizzatori propongo molte escursioni sul territorio circostante.
Tutte queste soluzioni ormai rodate e vincenti rimarranno immutate anche nel corso della sesta edizione di BikeUp, che trasloca da Lecco a Bergamo, rimanendo quindi in una zona tradizionalmente amica e amante della due ruote, con una grandissima tradizione ciclo.
E se la e-bike rimane il cuore pulsante della manifestazione orobica, il 2019 riserva spazio anche ad altri mezzi di mobilità sostenibile, come gli e-scooter.

BikeUp 2019: gli espositori

Se ogni innovazione e miglioramento sono ben accolti, è comunque ovvio che uno dei fulcri principali e irrinunciabili per qualsiasi fiera ciclo degna del suo nome è l’insieme dei brand presenti in esposizione con i loro più importanti modelli.
BikeUp 2019 raggruppa alcuni tra i marchi più importanti del segmento pedelec, in un elenco che è ancora in continuo aggiornamento: saranno presenti più di 70 brand fra e-bike e espositori cicloturismo.
L’area riservata a gli stand degli espositori copre più di 2.000 metri quadri e ospiterà nomi di livello mondiale. Trovate l’elenco completo degli espositori a questo link http://www.bikeup.eu/expo-area-espositori/#listaespo

BikeUp 2019: area test e tour

In base al tempo* che il visitatore avrà a disposizione (*la durata del test è a discrezione dell’espositore in base all’affluenza dei visitatori) si potranno effettuare brevi test da dieci minuti nell’apposita area (è possibile provare anche le s-pedelec), oppure saranno segnalati anche percorsi di circa 30 minuti.
Quest’anno ci saranno a disposizione le guide mtb di Mystic Free Ride, con le quali sarà possibile fare mini tour della durata di circa 70’, con partenze ogni mezz’ora sia per biciclette trekking che e-mtb. A queste attività si aggiungono anche escursioni più prolungate e composite fino a raggiungere dei veri e propri viaggi di 3 giorni sia con e-bike trekking che con e-mountain bike.
Le pedalate di mezza giornata sono volte alla scoperta del territorio bergamasco con l’ausilio di guide esperte. E per scoperta del territorio non si intende soltanto il già splendido paesaggio che circonda Bergamo, ma anche la possibilità di scoprire alcune delle migliori realtà enogastronomiche locali, aggiungendo al piacere fisico della pedalata anche quello del palato grazie alla degustazione di vari prodotti locali.
Il top? La pedalata in notturna, già sperimentata on successo nella precedente edizione e in grado di assicurare panorami da brivido sotto il cielo stellato.

BikeUp 2019, come suo solito, pensa anche ai ciclisti di domani con una attrezzata Area kids.

BikeUp 2019: area kids

Torna anche una delle carte vincenti delle edizioni passate, ovvero l’area interamente dedicata ai più piccoli, con iniziative di varia tipologia suddivise per fascia d’età.
La funzione di un’area di questo tipo è molteplice, in quanto oltre alla formazione di quelli che saranno i ciclisti del futuro si aggiunge anche la possibilità di un maggiore coinvolgimento da parte delle famiglie, così da dar vita a un festival che non appaia elitario e riservato esclusivamente agli “esperti”, ma che sia aperto e inclusivo verso ogni tipo di spettatore.
Baby gimcane, laboratori, ciclofficine per apprendere i rudimenti di come funziona una due ruote e naturalmente tante prove e test sulle biciclette più adatte per iniziare a pedalare, fra balance bike e modelli più evoluti.

A bikeUp 2019 spazio anche alle esibizioni spettacolari in varie discipline.
BikeUp 2019: gli spettacoli
Per quanto qualcuno possa amare visceralmente la bicicletta elettrica a pedalata assistita, passare tutto il giorno rimanendo concentrati sui vari dati e caratteristiche di tutti i modelli esposti può essere stancante perfino per un giornalista professionista.
Ed è in questi momenti che giungono a puntino i vari spettacoli ed esibizioni previsti dall’organizzatone del festival, fra i quali al momento spiccano le adrenaliniche prove che offrirà Jenza Kamai.
Il ventinovenne piacentino ha da tempo dimostrato di essere uno degli atleti più interessanti e spettacolari in sella alla sua BMX, e pensiamo che più di qualche parola possa valere un video, così potete rendervi conto di cosa vi aspetterà a Bergamo durante le giornate del festival.

BikeUp 2019: programma e come arrivare

A questo link il programma completo: http://www.bikeup.eu/programmi-attivita-registrazioni/#programmi
Stand e buona parte degli eventi di BikeUp 2019 si concentreranno a Bergamo, dal 29 al 31 marzo, nell’area compresa fra Largo Gianandrea Gavazzeni e il “Sentierone”, uno dei più importanti viali della città.

La sesta edizione di BikeUp è pronta a superare i già grandi successi delle precedenti.
Bergamo è ottimamente servita da autostrade, ferrovie e aeroporto ed è quindi molto semplice da raggiungere.
Ci si può arrivare tramite treno (con partenze orarie da Milano), mentre l’aeroporto di Orio al Serio dista appena due chilometri dalla città, alla quale si può accedere anche con l’autostrada A4 Milano-Venezia prendendo l’uscita apposita.
Per maggiori informazioni su ogni tipo di iniziativa, iscrizioni ad alcuni dei tour più lunghi ed esclusivi, eventuali cambiamenti ed espansioni del programma e un completo servizio di ricezione del pubblico con indicazioni dei principali alberghi disponibili, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale di BikeUp 2019.

Fontana, Casadei e Bormolini medaglie d’argento al WES

News

E-Eis Granada: la regina del mondo e-enduro

News

Il Diario di Rustick #5: considerazioni finali sul viaggio a Granada

Editoriali

Il diario di Rustick #5: Da Granada non più con amore

Editoriali

Advertisement Funky Day
Connect